di Flavia Arcella

Inizio subito col dirvi che se c’è una cosa che proprio non “sopporto” è quando la Wedding Planner viene chiamata “Wedding”. Vi svelo un segreto, noi siamo in primis Planner, ossia, prima del design, dei fiori, degli allestimenti c’è la progettazione, la pianificazione e l’organizzazione dell’intero matrimonio.

La Wedding Plannner è in primis Planner, ossia, prima del design, dei fiori, degli allestimenti c’è la progettazione, la pianificazione e l’organizzazione dell’intero matrimonio.- Photo credit Pixabay

Quindi la Wedding Planner è l’organizzatrice del matrimonio e questo, credetemi, è un lavoro di grande responsabilità che va fatto con competenza, dedizione, professionalità ed amore, solo in questo modo le coppie di futuri sposi potranno sentirsi sicuri di affidarsi e fidarsi della Planner che stanno assumendo.

Dopo la prima Consulenza conoscitiva tra la coppia e la Wedding Planner, quest’ultima procede alla stesura di un preventivo pensato ad hoc in base alle richieste degli sposi, successivamente, alla conferma di quest’ultimo, viene presentato un contratto agli sposi che tuteli non soltanto la professionista che hanno scelto per organizzare il matrimonio ma anche loro stessi. Una volta accettate tutte le clausole contrattuali, firmato il contratto e versato il primo acconto si procede alla pianificazione dell’evento, questo è l’iter che ogni professionista dovrebbe seguire.

Una volta accettate tutte le clausole contrattuali, firmato il contratto e versato il primo acconto si procede alla pianificazione dell’evento, questo è l’iter che ogni professionista dovrebbe seguire.- Photo credit Pixabay

La Wedding Planner propone i migliori fornitori agli sposi, scelti sulla base di quello che loro vogliono realizzare, coordina tutte le maestranze che lavorano alla progettazione del matrimonio sia prima che durante l’evento, provvede al benessere di tutti gli ospiti con uno speciale “occhio di riguardo” alle famiglie degli sposi (a questo aspetto io tengo davvero molto), rispetta il budget previsto dalla coppia, pianifica un ottimo piano B in caso di avverse condizioni metereologiche all’altezza del piano A, realizza, con un team di professionisti, un design unico cucito su misura di ogni coppia, cura tutti gli allestimenti ed è alla regia dell’intero evento.

Ho sempre pensato, inoltre, che la Wedding Planner debba essere una guida per le sue coppie, aiutandoli in tutte le scelte senza però mai imporsi e condizionare le loro decisioni.

Sicuramente negli anni si costruiscono dei rapporti di collaborazione e fiducia solidi con alcuni fornitori, per me è così, che verranno proposti alla coppia per la realizzazione ad esempio del progetto grafico piuttosto che floreale od ancora per il light design e così via.

Ma attenzione questi fornitori non devono essere percepiti come un obbligo, se qualcosa non dovesse rispecchiare le esigenze od i gusti degli sposi, si possono sostituire.

La Wedding Planner sostiene gli sposi che si trovano a vivere su un’altalena di emozioni, spesso hanno idee contrastanti. Il web in questo caso aiuta poco poiché sovrabbonda di immagini che sovente creano un’idea fuorviante per gli sposi che le prendono come esempio per il loro wedding day anche se sono molto diverse dallo stile che magari hanno scelto. Qui entra in gioco la Wedding Planner mettendo ordine, creando un progetto più equilibrato e soprattutto personalizzato senza emulare nessuno.
Tra i servizi che la Wedding Planner mette a disposizione è possibile richiedere anche solo il Coordinamento il giorno dell’evento, questo tipo di servizio (che io metto a disposizione degli sposi) non è meno impegnativo, anzi, significa coordinare tutti i fornitori scelti dalla coppia in aggiunta a quelli che potrebbe aver proposto la Wedding Planner a partire da circa due mesi prima del matrimonio, verificare tutti i contratti, cosa e stato stabilito e scelto dalla coppia, fare un briefing con tutti per pianificare correttamente l’ordine in cui bisogna iniziare ad allestire il giorno dell’evento, stabilire la Time line del matrimonio. Questo lavoro non è da prendere sotto gamba, bisogna essere preparati, studiare, avere pazienza, essere professionali sempre ed in ogni situazione e, cosa non da poco, avere come dico sempre una velocità mentale tale da risolvere eventuali imprevisti che possono sorgere il giorno delle nozze senza che gli ospiti e gli sposi se ne accorgano.

Ricordate che il matrimonio perfetto non esiste ma un’accurata progettazione lo può rendere sorprendentemente unico.

@flaviaarcella_weddingplanner

In copertina: Photo credit Pixabay