di Elena Vitali

Correva l’anno 1324. Una leggenda andalusa narra che le suore di clausura del Convento dello Spirito Santo di Jerez de la Frontera proprio in quel periodo fossero impegnate ad inventare un dolce a dir poco celestiale: il Tocino de cielo!!!
In quel tempo alle Figlie della Chiesa venivano regalati i tuorli che avanzavano dagli albumi utilizzati nella zona per la chiarificazione del vino.

E cosa farne di tutta quella bontà divina? Con l’aggiunta di zucchero e acqua un prodotto di pasticceria goloso ed invitante!! Il nome stesso “Tocino de cielo” – “lardo del cielo” in italiano – rimanda da un lato alla ricchezza calorica dei tuorli e dall’altro alla sua origine religiosa.
Apparentemente simile per forma, colore e consistenza ad un Crème caramel, il Tocino de cielo stupisce per il suo profumo e per il gusto intenso di uova e caramello. Solo al vederlo servito su un semplice piatto di portata, l’acquolina in bocca è garantita!

Il tocino de cielo della Meson  Carrasco ©Photo credit: Meson Hermanos Carrasco

Se vi capita di passeggiare per le vie di Jerez, fate una pausa alla Mesón Hermanos Carrasco! Servono una porzione di Tocino de cielo generosa, accompagnata da un gelato alla panna e una specie di biscotto alla cannella, a dir poco PARADISIACA!!
Oppure fermatevi alla Pasticceria “La Rosa de Oro”. Qui forse ho assaggiato il migliore Tocino de cielo di tutta la mia vita: così dolce, tenero e cremoso da sciogliersi in bocca. Una vera delizia!

La ricetta che vi lascio è il frutto di molteplici tentativi. Provate e dite cosa ne pensate!

Uova e zucchero sono gli ingredienti di base del tocino de cielo. ©Photo credit: pexels

Ingredienti per 4 persone:

– 6 tuorli d’uovo
– 1 uovo intero
– 250 g di zucchero
– 3 dl di acqua

Per il caramello liquido:

– 125g di zucchero
– 1 cucchiaio di succo di limone
– 4 cucchiai di acqua

Preparazione

Mettere lo zucchero, l’acqua e il succo del limone per il caramello in un tegame sul fuoco e far cuocere finché raggiunge un colore dorato. Distribuirlo in modo uniforme in uno stampo.

Prepariamo ora lo sciroppo filante. Mettiamo 3 dl di acqua e 250 di zucchero in un pentolino a fuoco lento per 10 minuti. Trascorso quel tempo, spegniamo il fuoco e lasciamo riposare 5 minuti.

Nel frattempo mescoliamo i tuorli con l’uovo intero e aggiungiamo a filo lo sciroppo raffreddato sbattendo bene con una frusta. Quando tutto è ben integrato lo coliamo nello stampo.
Cuocere a bagnomaria in forno a 130º per circa 50 minuti. Quando si sarà addensato, togliere dal forno, lasciare raffreddare e sformare.

Gustatelo freddo accompagnato con fragole… toccherete il cielo ad ogni boccone!!!

@elenavitali72

Per l’immagine in copertina Photo Credits https://www.lecturas.com/