di Rita Giaquinta

La mia scena preferita del film della Disney Pixar “Ratatouille” è quella in cui in cui il severo critico gastronomico Ego mette in bocca una forchettata appunto di ratatouille e immediatamente viene trasportato indietro nel tempo e nello spazio. Si ritrova bambino, triste per un incidente in bicicletta, consolato dalla mamma proprio grazie a questo semplice piatto.
Perché il cibo è così…

Basta un profumo, un sapore, e vi ritrovate da qualche altra parte:

a casa della nonna, sulla riva del mare, con le vostre amiche del liceo …


Per me, che sono siciliana di origine, nata e vissuta a Siracusa i primi 18 anni della mia vita, uno dei cibi che più velocemente mi riporta “a casa” sono le “paste di mandorla”: biscottini preparati con farina di mandorle, zucchero al velo e albumi, naturalmente senza glutine e senza lattosio, decorati con una mandorla spellata o con una ciliegina.

©Photo credit: pixabay

Ovviamente, quando ero piccola, i miei preferiti erano proprio quelli con la ciliegina, rossa preferibilmente! Mangiavo prima tutto il biscottino intorno, in modo da lasciare per ultimo proprio il boccone con la ciliegina!
Nonostante, come detto, le paste di mandorla siano realizzate solitamente con soli albumi, io ormai uso da anni questa ricetta che contiene anche i tuorli, in modo da usare subito tutto l’uovo.

E nessuno si è mai accorto della differenza!

Ingredienti:

  • 2 uova grandi
  • 160 gr zucchero
  • 250 gr farina di mandorle
  • ciliegine candite o mandorle pelate per decorare
  • zucchero al velo

Procedimento

Separare i tuorli dagli albumi e montare questi a neve.
In un’altra ciotola, montare i tuorli con lo zucchero finché sono chiari e spumosi.
Aggiungere la farina di mandorle con una spatola. L’impasto sarà molto compatto.
Aggiungere gli albumi a neve, delicatamente, sempre con la spatola. Alla fine otterrete un impasto compatto e appiccicoso.
Far riposare l’impasto in frigo almeno un paio d’ore.
Prendere l’impasto, formare delle palline, passarle nello zucchero al velo, e posizionarle su una teglia ricoperta di carta forno.
Decorare ogni pallina con mezza ciliegina candita o una mandorla pelata, schiacciandole leggermente.
Far cuocere in forno caldo a 180°C per circa 12-15 minuti (fate attenzione a non far scurire troppo).

In copertina: pasticcini alle mandorle. ©Photo credit: Rita Giaquinta @rita.giaquinta