di Flavia Arcella

Prima cosa fondamentale è scegliere una Location non troppo distante dal luogo della Cerimonia (Chiesa o Municipio), questo per evitare che gli ospiti si mettano in macchina nel traffico, una situazione poco piacevole soprattutto nel periodo estivo col caldo. Il risultato, appena giunti in Location è la corsa ai servizi per rinfrescarsi ed al bar per rifocillarsi.

Una volta stabilita la Location, gli allestimenti che sceglierete dovranno essere in armonia con il contesto, a seconda che si tratti di una dimora storica, di una Villa in campagna o di una terrazza sul mare. Appena arrivano i primi ospiti inizia un Welcome drink mentre si aspettano gli sposi (al Sud principalmente si segue questo iter), ed al loro arrivo ci si trasferisce in un’altra area della struttura per l’apertura del buffet, o di un aperitivo più ricco che dovrebbe durare circa 1 ora/1 ora e mezza al termine del quale avrà inizio la cena (od il pranzo) placée.
Per stabilire la tipologia di tavoli più adatti alla sala del ricevimento, bisognerà tenere conto del numero di invitati, dimensioni e struttura della sala, scenografie previste.
Il Tavolo d’onore è quello degli sposi, e secondo il galateo, che sia esso rettangolare o rotondo, deve essere sempre ben visibile da ogni angolazione della sala e dietro di loro gli sposi non devono avere nessuno. Il secondo tavolo d’onore è quello con i genitori degli sposi, se non è possibile farli sedere tutti insieme, si faranno due tavoli d’onore uno con i genitori della sposa ed un altro con i genitori dello sposo con relativi fratelli e sorelle ed accompagnatori.

Il Tavolo d’onore è quello degli sposi: secondo il galateo, che sia esso rettangolare o rotondo, deve essere sempre ben visibile da ogni angolazione della sala. – Photo credit Flavia Arcella

Si può optare per un tavolo imperiale dove gli ospiti sono seduti su entrambi i lati del tavolo con gli sposi al centro, oppure, molto bello è il tavolo presidenziale, dove gli ospiti siedono da un solo lato del tavolo con gli sposi sempre al centro. Se la sala del ricevimento od il giardino è abbastanza grande si può optare anche per un tavolo rettangolare a ferro di cavallo oppure più creativo ad “S”. Cercate di rispettare sempre l’alternanza uomo-donna tra i commensali e fare un tavolo solo per i single, favorirete in questo modo nuove conoscenze.

Cercate di rispettare sempre l’alternanza uomo-donna tra i commensali e fare un tavolo solo per i single, favorirete in questo modo nuove conoscenze.- Photo credit Flavia Arcella

Attenzione anche alla scelta dei fiori non troppo ingombranti da finire nei piatti nè troppo profumati da interferire con il sapore di cibi e bevande o da dar fastidio ad eventuali ospiti allergici (quante cose a cui pensare, vero? Per questo c’è la Wedding Planner).
Il pranzo o la cena non dovrebbe durare più di due ore (so che al Sud è un pò difficile rispettare questa regola ma con un menu ben studiato si può fare) ed il menu dovrebbe essere composto da 3/4 portate al massimo. Al termine della cena o pranzo placée viene fatto il taglio torta in un’area della Location bene illuminata e spaziosa da essere visibile a tutti gli invitati. Al termine di questo momento, la formalità dell’evento tende a ridursi per lasciare spazio al wedding party.

In copertina: Photo credit Pixabay

@flaviaarcella_weddingplanner