di Rossana Tubaro

Guida per goderti al massimo le tue gite con il tuo amico a 4 zampe.

Dopo questo periodo in cui siamo stati costretti a stare al chiuso in casa, adesso sentiamo il bisogno di goderci qualche bel momento immersi nella natura anche con i nostri cani.

Preparazione corretta

Per poter passare tutta la giornata a divertirsi è necessaria però una preparazione corretta.

Così, per evitare di incorrere nelle solite dimenticanze, ho deciso di preparare questa guida nella speranza che possa fornire a tutti delle indicazioni semplici, utili ed efficaci per andare in montagna con il proprio amico a 4 zampe.

Valuta il tuo amico a 4 zampe e la passeggiata scelta

Qualunque cane può andare in montagna ma è importante che la camminata sia adatta alle sue caratteristiche fisiche e all’età.

Ross e Leila. ©Photo credit: Rossana Tubaro @happygirlandpets

Alcuni esempi di fattori da valutare:

  • è importante che i cuccioli fino ai 6-8 mesi non facciano attività impegnative (soprattutto salite molto ripide o a gradoni) in modo da non gravare eccessivamente su schiena e articolazioni in crescita
  • cani lunghi come il Bassotto o il Corgi possono affaticare la schiena e le articolazioni per la loro conformazione fisica, è per questo consigliato prediligere pendenze dolci o sentieri pianeggianti
  • cani anziani o con problemi come l’artrosi hanno bisogno di particolare attenzione, perchè nonostante possano aver fatto tante camminate, adesso potrebbero avere qualche acciacco
  • cani giovani con problemi di salute (tra le tante, la displasia) sono da valutare, perchè anche se riescono a fare sentieri impegnativi, per lo sforzo potrebbero poi peggiorare le patologie presenti.

Cosa portare in montagna per il cane

Sicuramente saprai che ciotola e acqua non devono mai mancare, ma è importante ricordarsi anche:

  • il kit di pronto soccorso (puoi farne uno unico per te e per il tuo cane, dovrai solo aggiungere qualche elemento in più)
  • qualche snack per ricaricare le energie: il cibo può servire per evitare l’assalto al tuo panino ma anche per incoraggiare il tuo amico con la coda se si trova in difficoltà (per esempio un sentiero stretto o un ponte instabile)

    Leila ©Photo credit: Rossana Tubaro@happygirlandpets

  • il libretto sanitario del cane e la museruola come da indicazioni: ricordati di controllare se il cane è a posto con le vaccinazioni (in alcune zone, come il Trentino, è obbligatoria l’antirabbica che non viene fatta di routine)
  • un fischietto,  utile per segnalare la vostra presenza ai soccorsi in caso vi trovaste in difficoltà, un po’ come Rose in Titanic!
  • pettorina da montagna , sono molto sconsigliate le pettorine a Y o norvegesi che limitano l’escursione della scapola o in alternativa collare e guinzaglio con cintura (eventualmente si può pensare anche alla lunghina)

    ©Photo credit: Rossana Tubaro @happygirlandpets

Viaggiare con il cane

É importante viaggiare in sicurezza e rispettando il codice della strada anche quando si è in macchina con il proprio amico a quattro zampe, per questo è sempre consigliabile:

  • lasciare il cane a digiuno prima del viaggio, soprattutto se lungo (e ancor di più se il cane soffre di mal d’auto)
  • fare una pausa pipì ogni 2 ore se il tragitto è molto lungo
  • proteggere sempre il cane in kennel o in alternativa con la cintura di sicurezza per cani

Regole salvavita per stare insieme in montagna

Ross e Leila. ©Photo credit: Rossana Tubaro @happygirlandpets

Quando si va al mare di solito ci sono i guardaspiaggia che si occupano di far rispettare le regole, in montagna invece si è più “liberi”.

Ciò non toglie, però, che non sia importante rispettare alcune regole, ad esempio:

  • assicurarsi di avere un richiamo perfetto prima di lasciare libero il cane, in alternativa usare una lunghina
  • in montagna è spesso presente la fauna autoctona, cercare di non disturbarla tenendo il cane vicino e cercando di essere silenziosi
  • tenere il cane legato vicino ai precipizi e anche quando si incontrano altri cani, che siano maschi o femmine non importa, potrebbero comunque non gradire
  • rispettare la natura come se fosse casa nostra e non lasciare rifiuti in giro

 

La guida per una divertente giornata in montagna per tutti è conclusa.

Voi avreste aggiunto qualche altro punto nella guida? Scrivetelo nei commenti!

Rossana Tubaro @happygirlandpets

In copertina: Leila ©Photo credit: Rossana Tubaro @happygirlandpets