di Emanuela Borgatta Dunnett

Il ricco autunno di mostre del capoluogo sabaudo crea un inaspettato fil rouge tra due mostre (più una sorpresa), ospitate da un capo all’altro della centrale Piazza Castello, rispettivamente a Palazzo Madama ed al Teatro Regio.
Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica di Torino presenta, infatti, la mostra “Liberty. Torino Capitale” (fino al 10 giugno 2024), a cura di Palazzo Madama e della SIAT – Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino con la collaborazione di MondoMostre.
Oltre cento opere per evidenziare il ruolo unico di Torino nell’affermarsi del Liberty, un’arte che nella capitale sabauda diviene il fulcro di una storia che travolge ogni aspetto della vita e della società, definendo un’esperienza architettonica e artistica che dalle suggestioni torinesi si diffonderà in tutto il mondo. Operazione focale per l’ingresso di Torino nel RANN di Bruxelles e la sua candidatura a Città Patrimonio Mondiale UNESCO per il Liberty.
Un allestimento coinvolgente, come magistralmente evidenziato in conferenza, che affronta le diverse sfaccettature del Liberty in modo inedito, consentendo al visitatore di entrare nei meccanismi della creazione architettonica ed estetica, attraverso elementi di design d’interni, pitture, sculture, lavori grafici o di decorazione, oggetti d’uso, testi letterari, poesia e musica.

Photocredit https://www.palazzomadamatorino.it/it/evento/liberty-torino-capitale/

Un quarantennio scintillante quello della cosiddetta Belle Époque, fatto di fiducia sconfinata nel progresso, un mondo senza più limiti che trova la sua espressione in un movimento artistico-filosofico che con squisita eleganza decorativa connette ogni cosa con linee dolci e sinuose che si incontrano e si intrecciano armoniosamente, come apprendiamo durante la presentazione, a rappresentare la nascita di uno stile che trova in Torino la sua capitale d’elezione e nel Parco del Valentino, il luogo ideale per esposizioni nazionali ed internazionali.
Una stagione europea inimitabile, all’insegna della metamorfosi e del divenire, racchiusa in un allestimento gioiello. La mostra e il catalogo – edito da Silvana Editoriale – sono a cura di Beatrice Coda Negozio, Roberto Fraternali, Carlo Ostorero, Rosalba Stura e Maria Carla Visconti che, anche come SIAT – Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, da decenni hanno intrapreso un percorso di tutela e approfondiscono dei temi della cultura Liberty a Torino, rendendosi protagonisti di importanti iniziative scientifiche, editoriali e divulgative. All’esposizione si accompagna il ricco programma off Libertyamo, orientato al massimo coinvolgimento della città e dei cittadini alla riscoperta delle proprie radici e dell’eccezionalità del contesto architettonico della loro quotidianità.

Pinacoteca Albertina con la sua nuova esposizione di tesori. Il museo ha in programma tre mostre strettamente connesse tra loro, a cavallo tra il 2023 e il 2024, a svelare l’inedito patrimonio fotografico storico dell’Accademia di Belle Arti Torino. Photo Credit https://journals.openedition.org/

Consigliamo, altresì, quattro passi su Via Po per raggiungere la Pinacoteca Albertina con la sua nuova esposizione di tesori. Il museo ha in programma tre mostre strettamente connesse tra loro, a cavallo tra il 2023 e il 2024, a svelare l’inedito patrimonio fotografico storico dell’Accademia di Belle Arti Torino. Gioielli preziosi e delicati, esposti a “turno” per non danneggiarli. Per questo motivo la singola durata delle esposizioni non supererà i novanta giorni complessivi. Le mostre sono accompagnate da un volume di approfondimento edito da Gli Ori e Albertina Press che – ancora una volta – conferma l’animo artistico d’eccellenza dell’Albertina e dona un nuovo punto di vista sul momento vibrante vissuto da Torino, tra Otto e Novecento.
Il programma:
La fotografia e le arti
Didattica e ricerca artistica
Inaugurazione giovedì 26 ottobre 2023 alle ore 18.
Visitabile da venerdì 27 ottobre 2023 a domenica 21 gennaio 2024

L’Ottocento fotografa il Medioevo
Tutela del patrimonio monumentale e revival storicisti
Inaugurazione lunedì 29 gennaio 2024 alle ore 18
Visitabile da martedì 30 gennaio a domenica 21 aprile 2024

Oltre il Gran Tour
Orientalismi e visioni coloniali
Inaugurazione lunedì 29 aprile 2024 alle ore 18
Visitabile da martedì 30 aprile a domenica 28 luglio 2024

@manuwritesandreviews

Photo Credit per la copertina https://torinosegreta.com/liberty-torino/