di Angela De Tommasi

Il cappello, un accessorio dal fascino retrò

C’è un accessorio dal discreto fascino retrò che, forse più di altri, sa caratterizzare e rendere veramente ricercato e raffinato un outfit di ispirazione vintage: il cappello.

Cappelli vintage: i modelli più famosi

Quali sono i modelli di cappelli più famosi, utilizzabili oggi nei nostri outfit dal sapore retrò?
Cercheremo ispirazione nei decenni che vanno dagli anni ’20 ai ’40.

La cloche

Partendo dagli anni ’20 e ’30 parliamo della “cloche”. Dobbiamo questo raffinatissimo modello a Caroline Reboux, modista e stilista francese, grazie alla quale spopolò proprio in questi anni.
Più semplici erano i modelli di cloche degli anni ’20, principalmente decorati solo con fiocchi; decisamente più originali quelli degli anni ’30, arricchiti con decori di ogni sorta, fino ad arrivare all’eccentrica produzione di cappelli scultura realizzati dalla stilista Elsa Schiapparelli con Salvador Dalì.

Angelina Jolie indossa la tipica “cloche” anni ’20 in una scena del film “Changeling” di Clint Eastwood del 2008.
©Photo credit:Cinematographe.it

Solitamente realizzata in feltro, proprio per ottenere un maggiore effetto fasciante, la cloche incornicia perfettamente il viso; coprendo quasi completamente la fronte e con la sua piccola visiera dà grande risalto agli occhi.

L’effetto seducente è assicurato.

Una cloche rende incantevole e delicato qualunque outfit, anche il più moderno, inoltre è indossabile sia da giorno sia di sera, quando impreziosita da decori scintillanti o piume.

Il fascinator

E a proposito di effetto seducente, spostiamoci negli anni 40, durante i quali la cloche lascia la scena al “fascinator”,un’opera d’arte da portare sul capo, con velette, reticelle e decori .

Parliamo di un cappello estroso e bon ton, in più, ottima notizia: indossabile anche oggi e anche da chi non è membro di una famiglia reale!

Spesso impreziosito da piume e velette, il cappello regala sempre grande fascino a chi lo indossa.
©Photo credit: pixabay

Possiamo utilizzarlo nelle occasioni mondane, come cappello da cocktail o a un ricevimento di nozze, naturalmente dovremmo in quest’ultima occasione informarci con la madre della sposa, poiché potremo portarlo solo se anche lei farà lo stesso.

Il fascinator, come del resto quasi tutto fortunatamente, può’ essere letto anche in chiave ironica ma rimane, sempre e comunque, un accessorio molto molto chic.

Come scegliere il cappello

E il cappello più adatto a noi? Come si sceglie?

Ad ognuno il suo cappello. Sceglilo in base alle tue caratteristiche fisiche. Mostra del cappello, Desenzano del Garda 2018.
©Photo credit: Filomena Cocchia @filomenacocchia

Si sceglie tenendo a mente quali sono le nostre principali caratteristiche di viso e figura!
E dunque la dimensione del cappello dovrà essere direttamente proporzionale a quella del viso e del fisico, per ottenere un effetto finale armonico ed elegante. Quindi, più grande se siamo giunoniche e meno se il nostro fisico è minuto.
Inoltre, a proposito di misura del cappello, dovremo tenere altrettanto bene a mente, che la misura del cappello decresce con l’avvicinarsi della sera , quindi regoliamoci in base all’orario in cui desideriamo indossarlo.

Acquistando un cappello sarà importante scegliere per noi il modello più adatto in base alla forma del viso per valorizzare il nostro volto e farci apparire, e soprattutto farci sentire, al meglio e a nostro agio in ogni occasione.

Per ottenere un risultato armonico e maggiormente valorizzante, se abbiamo un viso di forma allungata sarà consigliabile scegliere un modello con falde laterali, che ne smorzerà la verticalità, riproporzionando la lunghezza; mentre se abbiamo un viso di forma arrotondata, sarà consigliabile prediligere una linea che sia leggermente allungata sul capo, per bilanciarne la larghezza.

Le dimensioni del cappello variano in base al momento della giornata in cui si indossa, più grande di giorno, più piccolo la sera. ©Photo credit: pixabay

Magari al primo impatto potrebbe non essere il nostro modello preferito ma il risultato finale, una volta indossato, ci ripagherà!
Se invece abbiamo un viso di forma ovale possiamo sbizzarrirci con linee e decori.

Una cloche, un turban, un fascinator, una bustina … tocchi di stile vintage per caratterizzare i nostri outfit dando loro personalità e rendendoli unici, indimenticabili … e soprattutto très chic!
à bientôt!

Angela De Tommasi

@stileleganza

In copertina: cappello rosso e nero. Mostra del cappello Desenzano del Garda 2018.

©Photo credit: Filomena Cocchia @filomenacocchia