di Benedetta Gherardini

Come fare se voi e il vostro partner avete linguaggi amorosi diversi

È probabile che abbiate sentito parlare dei “linguaggi dell’amore“. Ma cosa si intende quando si chiede “Qual è il tuo linguaggio dell’amore?”. Semplicemente, si chiede “Come ricevi l’amore?”.

È importante sapere cosa ci fa sentire amati ed è altrettanto importante capire come il nostro partner vive l’amore.

Anche se questo elenco può essere uno strumento incredibilmente utile, non spaventatevi se non vedete un vocabolario che vi corrisponde. Forse vi sentite amati quando qualcuno rispetta i vostri limiti, quando è onesto, quando apprezza la vostra unicità, quando condivide il vostro senso dell’umorismo o quando vi copre le spalle nelle situazioni sociali.

Può essere più facile per il vostro partner soddisfare i vostri bisogni se sa come vi sentite amati, il che aiuta a costruire un’intimità più profonda.

Ogni momento è adatto aper cercare di costruire un’intimità sempre più profonda. Photo Credit Pixabay

Allo stesso modo, dobbiamo essere consapevoli di come lo stesso partner si senta amato (non è sempre la stessa cosa di come riceviamo amore). L’errore che spesso commettiamo è cercare di dimostrare al partner l’amore nello stesso modo in cui lo riceviamo. Per esempio, se vi piacciono i regali, potrebbe essere facile pensare che il vostro lui/lei apprezzerebbe un orologio di lusso per il suo compleanno. Ma forse invece, tutto ciò che desidera è trascorrere l’intera giornata con voi in spiaggia, oppure preferisce una lettera romantica che descriva il motivo per cui vi siete innamorati di lui/lei.

Forse tutto ciò che il vostro partner desidera è trascorrere l’intera giornata con voi in spiaggia, oppure preferisce una lettera romantica che descriva il motivo per cui vi siete innamorati di lui/lei. Photo Credit Pixabay

Se i vostri linguaggi dell’amore non “combaciano”, significa solo che dovete essere più attenti e consapevoli, ma non significa che la relazione non possa funzionare. Gli stessi principi si applicano alle dinamiche platoniche o familiari.

Tutti noi abbiamo linguaggi dell’amore che si sovrappongono, ma la priorità di questi linguaggi – la loro gerarchia – varia. Il fatto che a qualcuno piacciano le parole di affermazione non significa che non apprezzi un buon abbraccio o il fatto che il partner lavi i piatti dopo cena.

Il fatto che a qualcuno piacciano le parole di affermazione non significa che non apprezzi un buon abbraccio. Photo Credit: Pixabay

Se voi e il vostro partner avete linguaggi dell’amore diversi…

  • Comunicate. Se iniziate a sentire che il vostro linguaggio dell’amore non viene soddisfatto, può essere utile parlarne con chi vi sta accanto. Forse desiderate una maggiore intimità fisica o avete bisogno di passare più tempo da soli, senza i bambini. Prima che il bisogno si trasformi in risentimento, può essere utile dire al partner come vi sentite.
  • Siate aperti al feedback. Qualcuno mi ha detto qualcosa del tipo: “So che il mio partner mi amava, ma non in modo tale da poterlo sentire. Quindi, se qualcuno vi dice che non si sente amato – anche se voi state offrendo amore – potrebbe valere la pena di esplorare il suo feedback. Naturalmente, ci devono essere dei limiti alle richieste delle persone. (E vi prego di notare che non sto parlando di dinamiche relazionali abusive).

Benedetta Gherardini è una coach relazionale specializzata in relazioni rapporti e dipendenza affettiva. Trovala su Instagram @growupordie. Può essere contattata all’indirizzo benedettagherardini@icloud.com

In copertina, un bouquet inaspettato, Photo Credit: Pixabay