di Noemi Murgia

“Investi nei tuoi capelli, sono la corona che non ti togli mai”, ha detto qualcuno.

E in autunno, si sa, la nostra corona ha particolarmente bisogno di cure e attenzioni.

L’autunno può anche arrivare in ritardo, come è successo quest’anno, ma porta sempre con sé alcune problematiche note. Una di loro è la caduta dei capelli. Stressati dalle calde temperature estive, dall’acqua salata del mare, dal sudore, e da altri fattori come carenze di sostanze nutritive, squilibri ormonali e fastidi digestivi legati al cambio di stagione (altra nota problematica), i capelli cadono. Sappiamo che accade e che è naturale che succeda, ma spesso ci chiediamo se la quantità di capelli caduti rientri nella normalità.

Evitate il fai-da-te

Se pensate di perderne troppi, chiedete il parere di un professionista. Oggi sul mercato si trovano tanti integratori e prodotti anticaduta. Il packaging accattivante, la forma che ricorda noti dolciumi, le recensioni che gridano al miracolo possono essere fuorvianti. Senza sapere di cosa hanno davvero bisogno i vostri capelli rischiate solo di spendere soldi e, peggio, affaticare fegato e reni, effetto collaterale degli integratori piuttosto comune e di cui si parla poco.

L’ABC dei capelli sani

Questi semplici consigli sono validi per chiunque, tutto l’anno.

  • Seguite una dieta variegata e nutriente. I capelli sono composti per la maggior parte da cheratina, una proteina. Perciò per essere sani, e di conseguenza belli, hanno bisogno di ciò di cui sono composti. Di cheratina sono composte anche le unghie, motivo per cui di solito la loro salute è collegata a quella delle chiome.
  • Massaggiare delicatamente il cuoio capelluto ogni giorno migliora la circolazione sanguigna. Bastano uno o due minuti al giorno di massaggio. L’unico motivo per non adottare quest’abitudine è, come spesso accade, la pigrizia.

  • Cercate di asciugare i capelli all’aria, limitando il più possibile di strofinarli con l’asciugamano e di utilizzare l’asciugacapelli. In inverno non è facile, ma almeno cercate di evitare le temperature più alte del fon (sì, è il termine corretto, lo dice la famosa Accademia della Crusca e non mi sembra il caso di contraddirla).
  • Se in estate i capelli vanno protetti dai raggi del sole, durante i mesi autunnali e invernali vanno protetti dall’aria fredda. Se vi piacciono i cappelli, la protezione che forniscono alla vostra chioma è un motivo in più per indossarli.
  • Evitate il più possibile di legarli e acconciarli in pettinature che li sottopongono a stress eccessivo. Pettinature elaborate, code, trecce troppo strette vanno limitate il più possibile e devono essere un’eccezione.

Maschere e impacchi idratanti e nutrienti non dovrebbero mai mancare nella vostra routine di bellezza. Io mi sono abituata a fare impacchi con balsami nutrienti e rinforzanti prima di lavarli. Applicando il balsamo prima del lavaggio posso tenerlo in posa almeno 10 minuti, ma anche molto di più, fino a un’ora. Se non avete mai provato, vi consiglio di farlo. Risparmierete tempo e, se fate la doccia, eviterete di sentire freddo in attesa del risciacquo.

I fiocchi, amati da secoli e sempre d’effetto

Di recente Sarah Jessica Parker ha fatto parlare di sé per un look sfoggiato al gala del NYC Ballet. Per l’occasione ha indossato un abito di Carolina Herrera che ha accessoriato con un orologio e gioielli di lusso (SJP è solita indossare l’orologio anche la sera, malgrado il bon ton lo sconsigli), sandali della sua linea di scarpe, di due colori diversi (un’altra abitudine dell’attrice) e un vistoso fiocco dalle cocche lunghe quanto l’abito. L’elemento meno costoso del look è stato quello che ha attirato di più l’attenzione.

Si è subito parlato di tendenza. Si sa che oggi basta poco per farlo, bisognerà pur riempire pagine di giornali, siti, social. I fiocchi, che siano sui vestiti o sui capelli, in genere non passano mai inosservati. Sono una tendenza ricorrente. Spesso, leggendo “sono tornati i fiocchi” viene da chiedersi se se ne fossero mai andati. Come tutti gli accessori femminili e molto romantici, i fiocchi sono divisivi. Piacciono a molti stilisti e nelle mercerie, negozi oggi rari ma sempre bellissimi, è possibile trovarli a buon prezzo.

Pinterest e Instagram, e immagino anche Tik Tok, sono pieni di tutorial per realizzare fiocchi perfetti. Se anche voi li amate, non esitate ad abbellire i vostri capelli con un fiocco, o un nastro di raso. Non c’è bisogno di fare le cose in grande come SJP.

Una curiosità dal passato

Nel 1600, quando gli uomini portavano i capelli lunghi, avevano l’abitudine di portarli sul lato sinistro del petto, legandoli con un fiocco all’altezza del cuore. Era un modo per dichiarare al mondo che erano innamorati e impegnati. Si dice che questa usanza fosse ispirata alle acconciature dei nativi americani, importata in Europa da un gruppo di coloni tornati dalle Americhe. C’è spesso un mondo dietro a piccoli oggetti, conoscerlo si può rivelare un interessante argomento di conversazione.

@noemiland

Photo Credit Unplash