di Cristina Romania |

Cosa ti frena così tanto nelle scelte importanti?

Ognuno di noi ha dei sogni nel cassetto.
Alcuni li rispolveriamo di tanto in tanto, altri invece rimangono ben chiusi, ci spaventano tanto da non riuscire nemmeno ad aprire più quel cassetto ove lo abbiamo riposti.

Alcune persone rimangono ferme li, nello status quo, senza prendere quella decisione che potrebbe stravolgere la loro vita, potrebbe fargli cambiare il modo di vedere loro stesse o gli altri, potrebbe realizzare finalmente il sogno.

Cosa ci frena? cosa ci spinge a chiudere i sogni nel cassetto tanto da non riuscire più ad aprirlo? A non agire? A non seguire l’istinto o la pancia?

“Lavora sui tuoi passi.”
©Photo credit: Pixabay.

È la paura di fallire!

Ci spaventa talmente tanto il non riuscire a realizzare il nostro sogno, o raggiungere quel determinato obiettivo, che non proviamo nemmeno a realizzarlo. Inventiamo scuse, riempiamo le nostre giornate con altre attività per non avere abbastanza tempo da dedicare a quell’attività che tanto vorremmo diventasse più che un semplice passatempo. Questo succede per tre motivi:

  • Sottovalutiamo le nostre capacità
  • Siamo perfezionisti
  • Sottovalutiamo la stima degli altri per il nostro lavoro o le nostre capacità

Per queste ragioni ogni cosa che facciamo non ci sembra mai abbastanza “fatta bene”, “perfetta”. Magari iniziamo il nostro percorso verso il raggiungimento dell’obiettivo e di punto in bianco lo abbandoniamo, in quel famoso cassetto di cui vi parlavo prima pensando cosa lo faccio a fare tanto non verrà mai bene, o anche, anche se lo facessi non interesserebbe a nessuno.

Ma avete mai pensato invece come sarebbe la vostra vita se ci riusciste? Come cambierebbe la vostra vita facendo il salto? Se smetteste di ascoltare la vocina nella vostra testa che vi ripete continuamente “non ce la farai mai”, e andasse tutto bene?

“Non perdere di vista la tua meta, goditi il percorso.” ©Photo credit: Pixabay.

7 consigli utili per affrontare questa paura:

  • Procedete a piccoli passi alla volta, suddividete il vostro obiettivo in tanti piccoli obiettivi di cui tenere traccia.
  • Una volta definiti gli obiettivi, divideteli in compiti che potete svolgere di giorno in giorno, tenendo presente il tempo da dedicare a voi stessi, e alla famiglia. Quindi non mettete troppi compiti nella stessa giornata.
  • Ogni volta che raggiungete un piccolo obiettivo riconoscetevelo e soprattutto festeggiatelo.
  • Nei momenti di sconforto andate a vedere quali obiettivi avete già raggiunto, che prima pensavate lontanissimi e impossibili.
  • Tenete traccia delle vostre sensazioni e dei vostri sentimenti, scrivere aiuta a capire cosa ci fa paura e a razionalizzare la paura per trovare delle soluzioni.
  • Ricordate sempre che “tutto è possibile; l’impossibile richiede soltanto più tempo” (cit. Dan Brown)

Cristina Romania

Instagram: @crichi5